L'attesa



Regna muta la notte

e il grigio mattino

destato da intrepida rugiada

non annuncia più il giorno

ma è immobile attesa

e lume spento



non si posano gli occhi su nessuna luce

non riposa Amore su nessun volto



eppure fuori stridono  sereni

gli accesi accenti degli uccelli

che presto muteranno il loro volo


Nessun commento:

Posta un commento