non posso più volare

                Solo un cielo nero e senza fine
può udire il mio canto che annega lontano

Solo il ghiaccio del lago addormentato comprende
che chi una volta è infranto
può solo sciogliersi e svanire...

e come foglia che attende di marcire
nel ventre oscuro della sera

senza muoversi o respirare
io mi arrendo:

non posso più volare

estella

Nessun commento:

Posta un commento