La voce...


La voce di un incanto
nascosto e vitale
mi chiama altèra
è a me che tu appartieni
dice

vorrei fare di te la mia vestale
ma senza tenerti prigioniera

vorrei che le tue mani
filassero l'addio
a ciò che non è mio
e che non t'appartiene

vorrei che la tua bocca
sentisse il mio sapore:
nero mirtillo che esplode
in succo divino

vorrei che finalmente
non avessi più paura
e rimanessi con me
nel regno della vita
ed io ti nutrirei
di gioia senza fine

estella

Nessun commento:

Posta un commento